Risolvere le sfide globali del 21° secolo con accordi di cooperazione su larga scala

Dall'inizio del 21° secolo l'umanità si rende conto di dover affrontare questioni comuni e globali. Questi temi, che chiamiamo le sfide globali del 21° secolo, possono essere classificati come segue, dai più complessi su cui agire, perché dipendono dalle leggi della fisica e della biologia e dai vincoli geologici, a quelli che potrebbero essere (ma non sono) più facili da affrontare, perché implicano solo convenzioni sociali:

  1. il cambiamento climatico e più in generale l'eccessiva e insostenibile pressione che l'umanità esercita sull'ambiente naturale che sostiene la civiltà umana;
  2. demografia e l'esplosione del numero di persone anziane e croniche;
  3. le disuguaglianze sociali determinate dalle tecnologie digitali e più in generale dai sistemi integrati a costo fisso;
  4. la concentrazione del potere nelle mani di multinazionali, sempre più numerose e senza piede;
  5. l'aumento della povertà e della precarietà per ampie fasce della popolazione e, come conseguenza di quanto sopra,
  6. un'ondata crescente di migrazioni di massa e di nazionalismo xenofobo.

Di fronte a queste tendenze globali, cresce la sensazione che il mondo sia governato da un'oligarchia globale ed egoista, che non fa nulla per impedire un collasso globale fatto di disastri ecologici, caos sociale, frammentazione politica e guerre nazionalistiche.

Per risolvere questi problemi sono necessari accordi di cooperazione su larga scala per ripartire equamente i costi, i benefici e i rischi degli adattamenti necessari alle nostre società per raggiungere l'accordo, nel brevissimo lasciatici dalle leggi fisiche e biologiche che regolano il cambiamento climatico e l'esaurimento delle risorse. E' un compito arduo.

Creiamo Cooperativa CosmoPolitica per consentire gli accordi di cooperazione su larga scala necessari per risolvere, in tempo utile, le sfide globali del 21° secolo.

Scarica il documento completo (18 pagine A4)